DISCLAMER: alcune foto o video postati sono reperiti su internet. chi ritenesse danneggiati i propri diritti d'autore può contattarmi per richiederne la rimozione. aquilasolitaria | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

aquilasolitaria
vivere pensando di volare...
4 settembre 2011
Qui a Rennes.....

Sono finalmente in ferie. Sono qui a Rennes, per dare una mano a mia figlia che si è appena trasferita da Parigi a Rennes, capitale della Bretagna. Mia moglie riposa dopo essersi presa una bella sinusite,mia figlia e mio genero sono a spasso con il bambino, ed io faccio l'internauta.

La città è molto bella, nulla a che vedere con il frastuono di una metropoli come Parigi. Qui ci sono piste ciclabili, asili nido a tempo pieno, e tutto cio' di cui una giovane famiglia puo' desiderare. Il mio unico rammarico è stato quello di lasciare (anche se temporaneqmente), Febo. Mi sento un po in colpa perchè hanno dovuto allestire una gabbia tutta per lui con una lastra di metallo che si alza per farlo uscire nel prato e si apre per farlo rientrare. Ovviamente il congegno è comandato dall'esterno della gabbia. Questa decisione è stata presa dal consiglio direttivo del canile, dieci giorni per cambiare gabbia e fare i lavori di messa in sicurezza, visto che dopo la castrazione aveva cercato ancora di mordere una volontaria. L'altra alternativa 5visto che io andavo in ferie), era la soppressione. A fine settimana tornero' a casa e al lavoro. A presto A...... 

 

 

 

 

 

 

 




permalink | inviato da aquilasolitaria il 4/9/2011 alle 18:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
19 marzo 2011
Febo....
Ed eccomi di nuovo qui. La mancanza nel postare è dovuta forse alla stanchezza, alla fatto che quando arrivo a casa non ho molto tempo per postare qualcosa di decente. Ultimamente sono stato preso molto dal mio lavoro in quanto sono entrati in canile, due cani molto difficili. Uno è un Rotwailer di quattro anni scaricato dalla ex proprietaria dopo essere stata aggredita alla testa , l’altro è un incrocio Dobermann di circa sette anni vissuto sempre allo stato brado in un ampio orto. La mancanza di una presenza costante ha reso il povero animale molto diffidente e chi ha cercato di portarlo a spasso ha dovuto fare i conti con i suoi denti. I due soggetti sono stati affidati a me perché interagissero con i volontari cosa che è avvenuta con successo con il Rotwailer , altrettanto non si può ancora dire del Dobermann il quale si sta attaccando forse un po’ troppo a me, rendendo ancora più difficile il suo inserimento. Non posso neanche trascurarlo troppo perché lo stress da canile lo ha fatto dimagrire notevolmente. Al momento la cura è così composta, una lunga passeggiata al mattino quattrocento grammi di crocchette e lasciarlo libero nel prato di sgambamento lontano da me ma che mi possa vedere anche mentre mi occupo di altri cani. Nel pomeriggio una visita dentro la sua Gabbia cercando di fargli capire che non deve saltare addosso ne per amore ne per difendersi, la sera breve visita con altre quattrocento grammi di crocchette ed una scatoletta integrativa,un saluto ed un arrivederci all’indomani. Le energie che Febo (questo è il nome del Dobermann), ha le pretende anche da me. Tutto questo è sinceramente molto gratificante ma alla lunga logora, di qui la mia eterna stanchezza. Spero di poter postare al più presto la sua foto, visto che pochi riescono ad avvicinarlo.




permalink | inviato da aquilasolitaria il 19/3/2011 alle 19:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
12 febbraio 2011
Eccomi qui...
Scrivo questo post dalla mia nuova abitazione cittadina, scusandomi di non averlo fatto prima. Le cose da fare in un trasloco sono molte e di diversa natura. Mi trovo bene qui, è un alloggetto al piano terreno all’interno di un cortile con vista giardino.
Di fianco a me abita una anziana signora che tra pochi giorni compirà la bellezza di cento anni. Sopra, al primo piano mia cognata ha affittato a tre studenti silenziosissimi, se no fosse per i panni stesi direi che non abita nessuno. Il resto della palazzina è occupata da mio fratello e mia cognata con le mie due nipoti. I rumori della città non arrivano data l’ubicazione prima descritta. Le comodità sono molteplici, supermercato a cento metri dal portone principale, e poi mercato, negozi vari , ma tutto un po’ in la, visto che la via in cui abito si trova tra due strade parallele dove i confort citati abbondano. Non mi manca la vita di prima in quanto dal Lunedì al venerdì il mio lavoro si svolge all’aria aperta come prima. Spero proprio che questa sia la mia definitiva dimora , non ne posso più di traslochi e trasferimenti vari.




permalink | inviato da aquilasolitaria il 12/2/2011 alle 18:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
17 dicembre 2010
Varie ed eventuali....
Siamo arrivati a Natale, ed io tra circa due mesi sarò finalmente residente a Torino nella nuova dimora.

I muratori, gli idraulici, gli elettricisti finiranno il loro lavoro prima di Natale. Subentreranno poi i decoratori e verso il 10-15 arriverà la cucina.

Domani intanto ho l'appuntamento con l'operatore di Fastweb che mi dovrà fare il collegamento ad internet con fibra ottica.

Insomma è un periodo  particolare per me. Sto praticamente rivoluzionando la mia vita, le cose da fare sono tante, non solo il trasloco in se e per se ma disdire contratti e traslocare le varie utenze.

Se ci saranno buchi nel mio blog saprete il perchè.




permalink | inviato da aquilasolitaria il 17/12/2010 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
30 novembre 2010
A PEPITA.....
Nulla di più al mondo è stranamente ed impredivilmente mutabile Come la vita. Nel nome di ciò che è 

vita viviamo il presente, amori, affanni, gioie, delusioni. Sogniamo obbiettivi che fanno ormai parte di 

un presente che tramonta nell’orizzonte del passato. Quel passato che vedo nei miei sogni; una sorta 

di scatola magica dove ritrovo le cose più belle della mia vita. Ed è questo che mi dà modo di vivere e 

sognare ancora.
 
Ti rivedrò nei miei sogni cara Pepita.



permalink | inviato da aquilasolitaria il 30/11/2010 alle 20:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
17 novembre 2010
Una bella giornata...
Non c’è niente di più rilassante che stare qui, nella mia zona.Attorniato da cani seduti accanto a me in 

un sacrale silenzio. Nessuno di loro abbaia, nessuno latra o guaisce. Io seduto sulla mia sdraio, mi 

godo la mia ora di pausa fumando la mia pipa. Guardo con soddisfazione il cielo azzurro e gli alberi 

multicolori vestiti con i colori dell’autunno. L’unica musica viene dal cinguettio dei passeri che 

svolazzano , ora verso destra ora verso sinistra. Si oggi è proprio una bella giornata , lontano da 

beghe sociopolitiche. Si fa sera, i raggi della luna colorano di rosa i cirri , squarciando il cielo 

turchese.

La mia giornata è finita e anche se esausto sono contento.




permalink | inviato da aquilasolitaria il 17/11/2010 alle 20:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
7 novembre 2010
La Bigotta....
Il  tuo bel visino, con quella tua boccuccia intrisa di rossetto, non fanno di te una bella 

persona. Hai un portafoglio ben fornito, una carta oro, ma tutto questo non fanno di te una 

persona generosa come dici. Cammini velocemente a piccoli passi tra la folla. Non vuoi sentire 

le loro argomentazioni poiché conosci solo la tua verità. Falsa come una patacca, non vuoi 

sentire nominare il nome di Dio invano, al tempo stesso non ami il prossimo tuo come te stessa. 

In realtà la tua non è vita, bensì l’illusione di condurre una vita di specchiata onestà. Egoista e 

bigotta, non disdegni di insultare quelli che giudichi esseri inferiori solo perché non eseguono 

alla lettera i tuoi ordini. Ma questo non ha importanza vero? Tanto la Domenica ti confessi, due 

ave e un pater, ti ridaranno quella dignità che in realtà mon hai mai avuto. 




permalink | inviato da aquilasolitaria il 7/11/2010 alle 10:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
29 ottobre 2010
LA PAURA....

Mi sono chiesto spesso, specie in questi ultimi tempi, che cosa è la paura. Le risposte mi si accavallavano nella mente. Ne ho dedotto che la paura è una emozione al pari dell’amore o dell’odio. Per le persone facoltose come banchieri e grandi imprenditori, vedersi togliere tutto quello che hanno accumulato in anni di menzogne e malversazioni, significa una fitta al cuore tale da condurre spesso al gesto estremo. Per gli operai impiegati , insegnanti eccc… la paura è di perdere la loro unica fonte di sostentamento. Ma la cosa che mi ha più impressionato è che oggi sono questi ultimi a ricorrere a gesti estremi , mentre i malversatori banchieri e via discorrendo si coprono le spalle, con stuoli di avvocati. Eppure anche loro non sono immuni da quella che è considerata la paura più grande “La Morte”. Tutto intorno a noi cambia allora, anche le più nobili e semplici emozioni. Quello che doveva essere un amore fraterno tra cugine si trasforma in un odio feroce. Uno stato che dovrebbe proteggere amorevolmente i propri cittadini li spaventa con cariche di polizia e li soffoca con la loro stessa immondizia, mentre si discute di chi è quella casa o quel lungomare gelosamente tenuti nascosti in paradisi fiscali. Ma per quanto può far paura questa vita vale la pena di viverla , se non altro per vedere come andrà a finire.




permalink | inviato da aquilasolitaria il 29/10/2010 alle 20:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
9 ottobre 2010
XXXXXXX
Ne sono successe di cose dall'ultimo post. Ad iniziare dalla riorganizzazione delle competenze sul posto di lavoro, alle difficoltà di entrare in quella che sarà la mia nuova casa. Penso sia molto probabile che rimarrò qui sino a quando la signora che occupa attualmente quella che dovrebbe essere la mia futura casa ha fatto un passo indietro, dicendo che non ha per il momento intenzione di andarsene. Mettiamoci pure anche la piattaforma del cannocchio che mi fa disperare e ci siamo quasi. Ma si sa , la vita non è un orologio che si ferma, il tran tran dei giorni si susseguono con un ritimo maledettamente costante, sino a sfociare nella noia. Una noia che oggi voglio rompere con questo post che ammetto sa d'amaro.



permalink | inviato da aquilasolitaria il 9/10/2010 alle 19:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
29 agosto 2010
2011.....
E' da un po di giorni che sono tornato a casa, alla mia dolce casetta. Così come un commesso viaggiatore ritorna dopo un faticoso viaggio di lavoro. Non ancora rimesso a posto le valigie ,già 
i pensieri quotidiani lasciati qui con i miei gatti mi presentano il conto.
Prima il lavoro dove sono stato accolto con un <menomale che sei arrivato, ora possiamo riposarci un po>. La frase di per se stessa puo sembrare un complimento, ma è come dire < adesso il mazzo te lo farai tu>.
Secondo e non meno pieno di variabili ed incognite (peggio di un compito di trigonometria), il fatto che per la fine dell'anno cambio casa. Lascio queste montagne piene di verde per una più confortevole città.
Da qui non oso pensare alla caterba di soldi che se ne andranno. Probabilmente cambierò anche il gestore con un'altro a fibra ottica. Ciò che c'è di buono e che vado a stare nella stessa casa dove abita mio fratello e mia moglie non dovrà farsi 35km.  ogni volta che deve andare a trovare sua madre.
In quanto al resto non oso pensarci .......Insomma non vedo l'ora che tutto sia finito, addormentarmi e svegliarmi nel 2011.



permalink | inviato da aquilasolitaria il 29/8/2010 alle 17:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
30 luglio 2010
GENITORI E FIGLI..........
Sono arrivato a Parigi sette giorni fa, il tempo di vedere mio nipote e già ho nostalgia di casa mia......Sarà perchè mia figlia è una madre iperprotettiva, o perchè il papà è peggio della mamma...???? Fatto sta che non ci si puo avvicinare al piccolo se non si è lavati le mani, non si puo parlare in tono normale altrimenti il piccolo si distrae(?), insomma,questi genitori d'oggi mi sembrano davvero un po eccessivi ma guai a contraddirli. La risposta sarà... "ogni genitore cresce i propri figli come vuole". Spero di essere al più presto a casa, e parlare con Giacomo anzichè con i genitori.




permalink | inviato da aquilasolitaria il 30/7/2010 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
10 luglio 2010
MIO NIPOTE...

La notizia mi raggiunge via etere, dopo circa nove mesi  eccola.
Sono diventato nonno!!! Ora il mio nipotino è tornato a casa proprio ieri. Dicevo che la notizia mi è giunta via etere perché Giacomo (il nome che i suoi genitori hanno scelto per il piccolo) si trova a Parigi.
Ed è li che andrò tra quindici giorni per restare insieme a mia figlia per due settimane. La madre sta bene , lo stato francese(che nulla ha in comune con il nostro). Mette a disposizione della madre psicologi, puericultrici, infermieri,e quanto altro occorre per la salute del bambino e della neo mamma. Il tutto gratuito e a domicilio. Non ci posso ancora credere alla mia età essere diventato nonno…
 Il mio nipotino italofrancese....
GIACOMO






permalink | inviato da aquilasolitaria il 10/7/2010 alle 13:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
23 giugno 2010
ESIGENZE...

Ci sono nell'essere umano molteplici esigenze, oltre a quelle prettamente fisiologiche. L'amore ad esempio. L'amore verso il prossimo, l'amore verso una donna o un uomo, l'amore per l'ambiente che ci circonda, siano essi di natura vegetale od aanimale. La convinzione e dunque, la fedeltà per ideali che riteniamo più giusti. Sapere di poter contare su di un amico, o di una amica per alleviare le nostre pene o condividere con loro le nostre gioie. Ma c'è un'esigenza altrettanto importante se non la più importante, la verità. Insieme alla libertà di espressione, ci rendono (così come dovremmo essere), persone responsabili delle nostre azioni, atte a non prevaricare le esigenze dei nostri simili. Cosa che purtroppo è sempre successo nell'arco della vita di ogni singolo uomo.





permalink | inviato da aquilasolitaria il 23/6/2010 alle 20:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
5 giugno 2010
e verrà quel giorno....
Dopo menzogne e mezze verità, si chiede al popolo ulteriori sacrifici.

Sacrifici che possano permettere a chi economicamente stà bene di stare ancora meglio, a chi si arrabatta per campare di stare sempre peggio.

Non voglio qui dilungarmi su cosa si potrebbe fare e su cosa non si deve fare, ma trovo materialmente e moralmente ingiusto che a pagare siano sempre chi la ricchezza la produce, mentre si ingrassano chi detta ricchezza la sperpera.

Nessun governo ha dimezzato(come promesso), i parlamentari.
Nessun governo si è preoccupato di tagliare le pensioni dei Generali nonché degli stessi parlamentari. 

Meglio (tenere il popolo nell’ignoranza), con i tagli alla scuola e alla cultura. 

Ma per citare il Manzoniano Don Cristofero , Verrà il giorno…..






permalink | inviato da aquilasolitaria il 5/6/2010 alle 12:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
24 maggio 2010
IL PRESTITO....

Tempo fa, mi fu dato in prestito un corpo. Seppi poi che avrei dovuto restituire ciò che mi era stato dato in prestito, senza alcun preavviso. Ovviamente il prestito sopracitato non aveva garanzia di alcun tipo, non per nulla ho dovuto farlo aggiustare più di una volta. Come tutte le macchine ha bisogno di essere ben curata, ma non solo dall'esterno, anzi direi che va alimentata sopratutto dall'interno. Non mi riferisco al “propellente” ma sopratutto a quell'insaziabile fame di sapere di verità di giustizia. Il giorno verrà di restituire il guscio che mi avvolge, ma con me porterò l'essenza di quel prestito, sperando che qualcuno penserà a me non come un pezzo di creta che diventerà polvere, ma come un soffio di vento tiepido nella tempesta.....





permalink | inviato da aquilasolitaria il 24/5/2010 alle 19:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
5 maggio 2010
A CHI LA COLPA?.........
Mai  ho assistito a tante  sciagure  che si sono susseguite in questi mesi.
Iniziando dal terremoto dell'Aquila, le frane in Sicilia ed in altri luoghi del nostro paese. Passando poi al  vulacano Islandese che con i suoi lapilli ha tenuto in scacco, l'aviazione civile di tutta Europa. Spostandoci al di la del vecchio continente, piattaforme per l'estrazione del petrolio che vanno in fiamme, con disastrosi effetti sul sistema ambientale. E' di oggi la notizia che mareggiate hanno causato notevoli danni sulla costa azzurra. In alcune zone della Francia ha persino nevicato e siamo a Maggio. Cosa ci vuole dunque perchè i potenti di turno si rendano conto che la situazione climatica non è un fatto a se stante, Vogliamo davvero ritrovarci nella situazione descritta nel film THE DAY AFTER TOOMORROW ?  Non so voi ma io non di certo. Il pianeta è malato e noi siamo i virus che lo stanno ammazzando . Tra scorie nucleari ,polveri sottili , stiamo aprendo l'ombrello di ozono che scioglie le calotte polari. La natura non attacca se la si rispetta. Ed io credo che l'abbiamo fatta inavolare oltre misura. Ma che colpa ne hanno i nostri nipoti delle nostre scelte?????



permalink | inviato da aquilasolitaria il 5/5/2010 alle 19:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa
14 aprile 2010
E ancora non è finita.....
Sarà la primavera, o semplicemente la stanchezza che mi tiene lontano

da questo blog.

Ieri ho accompagnato un cane per la visita di controlloa Torino.

Un cane che non tollera la museruola , a momenti mi stacca un dito....

Oltre a queste piccole cose a lavoro non c'è intesa con una

lavorante arrivata  l'anno scorso e il suo compito sembra essere quello

di un'arrivista e di una  accentratrice, cosa che mi dà  sui nervi.

Sabato invece un  corso di aggiornamento sui cani spaventati ed aggressivi.

Oggi , somministrazione di antiparassitari a più di centoottanta cani ,e non

è ancora finita.....




permalink | inviato da aquilasolitaria il 14/4/2010 alle 19:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
31 marzo 2010
INTERESSI PERSONALI E NON...
Cosa si aspettano gli italiani dopo queste ultime consultazioni elettorali?
Una più efficacia lotta alla Mafia?  Una informazione più libera?  Una legge che sia uguale per tutti?  Un paese multietnico più integrato? Un paese meno inquinato?  Una classe dirigente meno indagata? 
A quanto sembra niente di tutto questo. Gli italiani (perlomeno la parte più grande) sembra volere che la Mafia continui a soddisfare i propri bisogni di espansione in tutti i campi, non ultimo quello della politica.  Vogliono nascondere la testa nella sabbia come gli struzzi,vogliono restare indifferenti se un presidente del consiglio plurindagato , possa da un giorno all'altro chiudere trasmissioni a lui "sgradite". Vogliono la libertà di essere truffati ,presi in giro da chi possa avere il potere per farlo. Questo potere lo hanno consegnato alla destra con una croce. Una croce che però con le attuali leggi porteremo tutti nessuno escluso, neanche chi quella croce non l'ha messa.
Tra tutti chi mi ha deluso di più sono stati gli Aquilani che dopo essersi indignati per le risate mentre la terra ancora tremava, in mezzo alle macerie , giacenti ancora lì da più di un anno , hanno dato il loro voto proprio ad un sindaco di destra. Non mi interessa cosa capiterà a chi ha scelto per propria convinzione lo schieramento vincente, mi preoccupa cosa capiterà a me se non potrò sapere con obbiettività quel che a da succedere.



permalink | inviato da aquilasolitaria il 31/3/2010 alle 20:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
14 marzo 2010
Il frutto...
Ciò  che siamo stati e ciò che saremo

sarà stato il frutto di ciò che  abbiamo

o avremmo fatto !!!
                               Aquilasolitaria



permalink | inviato da aquilasolitaria il 14/3/2010 alle 18:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
7 marzo 2010
Un Sabato qualunque....
In questi ultimi giorni, la fatica, la spossatezza, e la noia, si sono impossessati di me.  Non volevo fare niente altro che poltrire , o sedermi davanti al pc per colmare il breve tempo che mi sarebbe rimasto , prima di cenare. In breve la stanchezza si era impossessata di me. Al lavoro, vaccinare 250 cani non è impresa da poco, anche perché tra i teneri,bravi amici a quattro zampe, vi sono quelli mordaci , quelli spaventati, che per paura non esitano a mettere la loro mandibola sulle tue braccia.
Così dopo una settimana frenetica di lavoro ho deciso di combattere
La noia l’apatia di casa, andando a lavorare. Si avete capito bene sono andato a lavorare Sabato tutto il giorno. Non ho lavorato con i cani ma per i cani. Il prato di sgambamento davanti alle loro gabbie era diventato un obbrobrio  qualche filo d’erba  ed il resto era tutto buche ed avvallamenti che con le piogge si riempivano d’acqua. Spalleggiato da una signora che voleva vedere tutto in ordine Sabato sono andato a vangare circa cento metri quadrati di terreno, forte del corso di manutenzioni delle aree verdi ho anche comprato un concime ternario, ricco di fosforo di azoto e potassio. Dopo aver concimato il terreno smosso , mi sono accorto che erano le 17 ed io ero lì che lavoravo dalle 10 niente pausa se non per mangiare due panini e bere un caffé. Alla sera a casa non ero stanco bensì contento di ciò che avevo fatto.  A casa mi sono reso conto che la stanchezza il più delle volte è un fattore psicosomatico, dovuto a cose che dobbiamo fare e non che vorremmo fare. Inoltre ho imparato che il contatto con la natura ci restituisce l’interesse per l’individuo. Tra qualche giorno seminerò dell’erba nuova e più tardi la vedrò crescere. Tutto questo per un Sabato regalato alla natura e a me stesso.
I



permalink | inviato da aquilasolitaria il 7/3/2010 alle 18:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 37273 volte




IL CANNOCCHIALE